Domande frequenti

faq

03 Maggio 2018

Questa settimana proponiamo due domande frequenti che spesso capitano nelle aziende, la prima riguardante i DPI e la seconda sulla formazione.

Domanda: Consegna dei DPI
Se un lavoratore obbligato ad indossare DPI di protezione degli occhi (perché previsto dal DVR) è affetto da un difetto alla vista per cui deve portare occhiali con lenti correttive durante lo svolgimento del proprio lavoro, per adempiere all'obbligo è sufficiente che il datore di lavoro consegni al lavoratore degli occhiali protettivi da mettere sopra a quelli da vista, o deve provvedere a fornirgli qualcosa che tenga conto delle “esigenze ergonomiche o di salute del lavoratore” come previsto dall'articolo 76 dell'81/08?
In caso i “sovraocchiali” di cui sopra forniti dal Datore di Lavoro siano ritenuti scomodi e/o inadeguati dai lavoratori, compresi gli RLS, può essere una soluzione che il Datore di Lavoro fornisca ai lavoratori la montatura specifica e poi il lavoratore a spese proprie si faccia realizzare delle lenti correttive? Oppure il datore di lavoro deve fornire sia le lenti che la montatura?

Risposta
Alla luce dell'art. 76 del D. Lgs. 81/08 e smi con particolare riferimento al c. 2 e dell'art. 15 del medesimo decreto con particolare riferimento al c. 2, in considerazione dell'esito della valutazione dei rischi riportata nel DVR, è parere dello scrivente che sia a carico del Datore di Lavoro provvedere a consegnare (e ovviamente a far indossare laddove previsto) al lavoratore il DPI (occhiali protettivi) con tutte le caratteristiche previste ivi quelle relative alle lenti correttive sulla base di prescrizione medica.

 

Domanda: formazione
Nel caso in cui un dirigente per la sicurezza che abbia frequentato tutte le ore necessarie per il ruolo secondo il programma previsto dall'Accordo Stato-Regioni ma non abbia frequentato corsi per lavoratori e/o preposti, dovesse cambiare ruolo all'interno dell'organizzazione e ricoprire quindi non più un ruolo da dirigente bensì da preposto in un settore a rischio alto, deve necessariamente frequentare un percorso completo di formazione per lavoratori a rischio (12 h) alto più le 8 h specifiche per preposti più le 4 ore base per lavoratori, oppure vi è un modo per riconoscere la validità delle ore già frequentate come dirigente e risparmiare una parte o tutte le ore da preposto? In tal caso quali sono le ore che non potrebbe fare a meno di dover fare?

Risposta
Come stabilito dall'Allegato III dell'Accordo Stato – Regioni del 07/07/2016, in vigore dal 03/09/2016, la frequenza del corso da Dirigente esonera totalmente dal corso formazione aggiuntiva preposti e dal corso lavoratori fatto salvo, per questi ultimi, quanto appresso riportato:
* la formazione specifica per lavoratori va riferita, in ogni caso, all'effettiva mansione svolta dal lavoratore e deve essere pertanto integrata, a cura del datore di lavoro, rispetto ad eventuali aspetti specifici scaturiti dalla valutazione dei rischi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "Cookie Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.