25/05/2018: LA SVOLTA PER LA PRIVACY IN EUROPA

privacy

22 Febbraio 2018

 

Il 25 maggio 2018 è il giorno in cui il nuovo Regolamento UE 2016/679 entrerà in vigore in tutti i Paesi dell’Unione Europea e andrà ad integrare/modificare la normativa già esistente in materia – con riferimento all’Italia il D.lgs. 196/2003, Codice della Privacy. In Italia il ruolo principale di tutela e sorveglianza del rispetto delle misure a tutela dei cittadini sarà ancora svolto dal Garante della Privacy.

Ecco le principali novità.

Il Regolamento introdurrà regole più chiare e semplici in materia di informativa all’interessato e di acquisizione del consenso, puntando a fornire a tutti i cittadini, in maniera omogenea in tutta l’Unione, maggiori e più dettagliate informazioni e a garantire loro maggiori tutele.

In particolare:
L’informativa andrà resa in forma concisa, trasparente, intellegibile, facilmente accessibile e con un linguaggio semplice e chiaro; le informazioni dovranno essere fornite per iscritto o con altri mezzi (anche in formato elettronico) e, se richiesto dall’interessato, anche oralmente, purché sia comprovata con altri mezzi l’identità dell’interessato.

Per quanto riguarda il consenso, sarà valida qualsiasi manifestazione di volontà libera, specifica, informata e inequivocabile con la quale l’interessato accetta, con dichiarazione o azione positiva inequivocabile, che i dati personali che lo riguardano siano oggetto di trattamento. Viene esclusa ogni forma di consenso tacito oppure raccolto attraverso la presentazione di opzioni già selezionate. Il consenso potrà essere revocato in ogni momento. Il trattamento effettuato fino a quel momento dal titolare sulla base del consenso rimarrà comunque legittimo.

Il Regolamento sarà immediatamente applicabile in tutti i paesi senza bisogno di essere recepito con provvedimenti nazionali.

Il Garante Privacy italiano provvederà al raccordo del Regolamento UE 2016/679 con la normativa preesistente per disciplinare il trattamento di dati personali, elaborando anche disposizioni integrative ed in particolari ambiti, ad esempio quello dei dati sanitari, o definendo in modo più dettagliato gli obblighi per le PMI (ovvero per le imprese con meno di 250 dipendenti).

Il Regolamento disciplinerà il trattamento di dati personali relativi a persone fisiche e tutti i trattamenti relativi a persone giuridiche, compresi il nome, la forma della persona giuridica ed i suoi dati di contatto.

Verrà introdotto il cosiddetto “diritto all’oblio”: il diritto da parte di un interessato ad ottenere la cancellazione dei propri dati personali, anche on line, da parte del titolare del trattamento, qualora ricorrano alcune condizioni previste dal Regolamento, ovvero: i dati non siano più necessari per gli scopi rispetto ai quali sono stati raccolti; i dati siano trattati illecitamente; l’interessato si opponga legittimamente al loro trattamento.

Introduzione della figura del Responsabile Protezione Dati (RPD, o DPO - Data Protection Officer): è un professionista, interno o esterno all’azienda, con competenze giuridiche, informatiche, di risk management e di analisi dei processi. La sua responsabilità principale è quella di osservare, valutare e organizzare la gestione del trattamento di dati personali (e dunque la loro protezione) all’interno di un’azienda (sia essa pubblica che privata), nel pieno rispetto delle previsioni normative europee e nazionali in materia.

Con il nuovo Regolamento, imprese ed enti avranno più responsabilità, ma potranno beneficiare di semplificazioni ed in caso di inosservanza delle regole saranno previste sanzioni, anche elevate. È importante studiare tempestivamente l’impatto dell’applicazione del nuovo Regolamento sulla propria realtà lavorativa.

CSIA S.a.s., avvalendosi anche della consulenza di un legale, è a Vostra completa disposizione per approfondimenti e per affiancarVi nella gestione della materia privacy in questo momento di cambiamento legislativo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la "Cookie Policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.